I disturbi legati all’ incontinenza fecale possono essere alleviati anche con piccoli gesti che contribuiscono a MIGLIORARE la qualità di vita dei pazienti:

1.  E’ possibile evitare molti “incidenti” andando in bagno ad intervalli regolari (ogni 2/3 ore e specialmente appena svegli al mattino, prima che di coricarsi e una volta durante la notte). Oppure cercando di individuare i segnali (come dare segni di irrequietezza, alzarsi e sedersi, giocherellare con i pantaloni, alzare la gonna, toccarsi i vestiti) che indichino la necessità di andare al gabinetto.

2.  E’ utile usare indumenti che si possono slacciare o togliere facilmente. Tute e gonne ampie, chiusure con velcro o cerniere.

3.  Assicuratevi che il gabinetto sia confortevole e non dia luogo a difficoltà (mobili ingombranti, porte difficili da aprire, spigoli) e che la stanza sia ben riscaldata in modo che il paziente non abbia motivi per non fermarsi per il tempo necessario.

4. Se il gabinetto è lontano o ad un altro piano, ciò aumenta le difficoltà. In questi casi può essere utile una “comoda”.

5.  Il paziente può essere lento nei movimenti per disabilità fisiche bisogna incoraggiarlo ed aiutarlo nel percorso verso il bagno ed eventualmente evidenziarlo con segnali.

5.  Per quanto siate attenti può capitare un “incidente spiacevole”. E’ quindi comunque utile proteggere con teli impermeabili oppure lavabili divani, cuscini e coperte.

6.  Se l’incontinenza non può essere controllata con l’uso regolare del bagno è opportuno adottare durante il giorno pannoloni , mutande e pantaloni appropriati. Dovrete adottare pannoloni di capacità assorbente adeguata e mutande che non irritino.

7.  Se l’incontinenza si verifica di notte, provate a ridurre i liquidi per alcune ore prima dell’ora in cui andate a letto, ma assicuratevi di bere a sufficienza durante il tempo restante della giornata.

8.  Proteggete il materasso con un telo impermeabile, ma assicuratevi che non entri in contatto con la pelle. Ci sono assorbenti speciali da porre sotto le lenzuola e teli da letto riusabili. Ci sono lenzuola e trapunte facili da cambiare. Se il paziente ha un pannolone e il letto protetto, per le donne è consigliabile una camicia da notte apribile dietro; per gli uomini non occorrono i calzoni del pigiama. Soprattutto non utilizzate mai una coperta elettrica.

9.  Se la persona rimane in abiti sporchi o bagnati può sviluppare rapidamente irritazioni della pelle e piaghe. E’ importante quindi mantenere la pelle pulita e asciutta. Lavate con cura e delicatezza con acqua calda e sapone e asciugatevi accuratamente prima di rivestirvi.

10.  Assicuratevi che non ci sia contatto tra pelle e plastica.

CONSIGLI UTILI PER I FAMILIARI DEI PAZIENTI INCONTINENTI.

1.  A volte i malati hanno bisogno di aiuto e sono o incapaci a chiederlo o troppo imbarazzati. Possono usare il linguaggio dei bambini o frasi oscure. E’ dunque importante imparare a capire la persona.

2.  Pazienti che sono incontinenti possono comportarsi in modo strano. Possono cercare di nascondere l’evidenza degli “incidenti” nascondendo la biancheria bagnata o le feci e negando ciò che è avvenuto.

3.  Cercate di mettere da parte ogni senso di imbarazzo che potreste avere nell’aiutare il paziente, è importante rendersi conto che se la situazione è stressante per voi è anche umiliante per il paziente. Cercate di restare calmi e gentili, ricordate che la sintomatologia del paziente è indipendentente dalla sua volontà.